Categorie
Riassun-tyni

padre ricco padre povero – cosa ti insegna il libro

Il libro padre ricco padre povero di Robert T. Kiyosaki distrugge la convinzione che tu abbia bisogno di avere uno stipendio alto per essere ricca e spiega la differenza tra lavorare per i soldi e far lavorare i soldi per te.

continua a leggere

Quello che i ricchi insegnano ai figli sul denaro.

Il libro padre ricco padre povero di Robert T. Kiyosaki è un best seller dell’educazione finanziaria ai vertici delle classifiche di vendita da anni. Racconta di come l’autore sia cresciuto con due padri: il suo vero padre e il padre del suo migliore amico, il suo “padre ricco” – e del modo in cui entrambi gli abbiano trasmesso il loro modo di pensare al denaro e agli investimenti. Questo libro leggendario distrugge la convinzione che tu abbia bisogno di avere uno stipendio alto per essere ricca e spiega la differenza tra lavorare per i soldi e far lavorare i soldi per te.

C’è una differenza fondamentale tra essere poveri ed essere al verde. Essere al verde è temporaneo, essere povero è eterno.

Robert Kiyosaki

Leggi questo riassunto per migliorare:

  • il tuo benessere economico
  • la tua gestione dei soldi
  • i tuoi investimenti
  • la tua capacità di valutare i rischi
  • i tuoi guadagni

Ti piacciono i riassun-tiny? Non perderne neanche uno:

Introduzione

Questo libro è da più di dieci anni al nr 1 dei best seller di Amazon in ambito finanziario. L’autore Robert Kiyosaki ha reso celebre il concetto di “educazione finanziaria” e venduto oltre 40 milioni di copie nel mondo. Parla della storia dei suoi due padri: il padre povero è il suo padre biologico mentre il padre ricco è il padre del suo migliore amico d’infanzia, che gli ha insegnato come diventare ricco.

Perché così tante persone corrono nella ruota del criceto?

Stai lavorando per te stessa o per altri? Molte persone nella nostra società sono intrappolate in una gara contro se stesse. Una gara dove devi continuare a lavorare duro per rimanere al passo con le bollette e le tasse. Tu fai tutto il lavoro e il governo e le aziende si prendono tutto quello che guadagni lasciandoti senza nessun risparmio da parte.

È triste ma molte persone sono ben consce di girare nella ruota di un criceto ma sono anche troppo spaventate ma sono anche troppo spaventate da quello che direbbe la gente se smettessero di lavorare e quindi continuano a far girare la ruota.

Avrai sentito anche tu i soliti consigli: “vai a scuola, studia molto e troverai un bel lavoro per vivere bene”. La verità è che questo consiglio è una chiara indicazione di quello che le classi povere e media intendono per sicurezza finanziaria. Le persone ricche non vedono le cose in questo modo. Questa non è più la ricetta per una vita senza problemi finanziari. I buoni voti a scuola e i titoli di studio non ti assicureranno il successo.

Puoi andare all’università, laurearti con lode, trovare un bel lavoro d’ufficio e non ottenre nessun miglioramento nelle tue finanze. Una volta che ti hanno incastrato sulla ruota del criceto è il tuo datore di lavoro, non tu, a diventare ricco grazie al tuo lavoro. La disponibilità econonomica è una forma di potere, ma l’educazione finanziaria è più potente. I soldi vanno e vengono ma se tu hai studiato come funzionano i soldi puoi acquisire il potere su di essi e iniziare a costruire il tuo benessere finanziario.

Una grande percentuale di persone nella nostra società sta ancora seguendo il suggerimento di “andare a scuola” alla lettera. Anche se riusciranno ad evitare la povertà non diventeranno mai ricchi. L’intera società disapprova e cerca di impedirci di uscire dalla ruota e diventare ricchi.

Lo sapevi? C’è una differenza fondamentale tra essere poveri ed essere al verde. Essere al verde è temporaneo, essere povero è eterno.

Le persone bloccate nella ruota corrono in tondo tra paura e avidità, prendendo decisioni irrazionali.

Molte persone vivono costantemente nella paura per la propria condizione finanziaria. Paura di non riuscire a pagare tutto a fine mese. Paura di perdere il lavoro. Paura di non avere abbastanza soldi. La paura di dover ricominciare da capo. La paura di deludere la propria famiglia e di essere giudicati dalla società.

Poi arriva l’avidità. Molte persone hanno un prezzo, quando vengono loro offerti abbastanza soldi la maggior parte non riesce a resistere al pensiero dello stipendio sicuro a fine mese e a tutte le cose che potrebbero comprarsi con quei soldi.

Quando questi due fattori si attivano, le persone sono in trappola. Intrappolate nel meccanismo di alzarsi presto, correre al lavoro, stressarsi quotidianamente per cose che spesso neanche apprezzano davvero. Finalmente, a fine mese, ricevono lo stipendio e pagano i conti. Ogni secondo, giorno, mese, anno delle loro vite è guidato da un circolo vizioso di paura e avidità. Paura di perdere il lavoro, avidità e bisogno di essere pagati. Risparmiano giusto quanto basta per andare in vacanza una volta all’anno e dimenticarsi della loro triste fatica quotidiana.

Il percorso è: alzati, guadagna, paga. Alzati, guadagna, paga. Finché la vita delle persone sarà guidata dalla paura e dall’avidità basterà offrire loro più soldi e loro continueranno a spenderne sempre di più. Questa è la ruota del criceto.

Per molte persone è così ovvio che non pensano neanche più di essere bloccate in un circolo vizioso. Non si fanno mai domande e lo considerano normalissimo. Invece di sconfiggere la paura e agire razionalmente preferiscono affidarsi alle emozioni.

Le persone incastrate in questo ciclo produttivo senza fine spesso non sembrano molto felici di correre al lavoro – anzi hanno paura di arrivare tardi e perdere il lavoro. Sono completamente concentrate nel fare quello che sono state addestrate a fare. Dopo aver studiato, aver preso i bei voti adesso hanno finalmente un lavoro ben pagato. Ma nonostante abbiano seguito i consigli dei loro familiari, degli insegnanti e della società non hanno avuto nessuna crescita finanziaria.

L’avidità prende il sopravvento e fa in modo che le persone alzino i propri standard, per esempio comprando una casa più grande o una macchina nuova.

Le persone finanziariamente ignoranti lasciano che le emozioni controllino tutte le decisioni. La paura di perdere i soldi impedisce loro di investire in azioni o titoli, per via del rischio che comporta. L’avidità invece le spinge a spendere i soldi per migliorare il proprio stile di vita – che potrebbe sembrare più sicuro che investire. Sono la paura e l’avidità ad impedire alle persone di diventare ricche sul lungo termine.

Il motivo per cui molte persone ricche sono ricche non è perché desiderano molto ma perché hanno paura. Pensano di poter eliminare la paura di essere poveri accumulando soldi su soldi, solo per scoprire che adesso hanno ancora più paura. Hanno paura di perdere i soldi.

Per uscire da questo circolo vizioso devi ottenere un’educazione finanziaria. Devi capire la differenza tra un’attività e una passività e comprare attività invece che passività.

Lo sapevi? È la paura di perdere i soldi che impedisce alle persone ignoranti di investire in asset.

Il nostro sistema educativo non insegna educazione finanziaria – la ricerca personale è il segreto per raggiungere il successo economico

Non puoi costruire un patrimonio basandoti solo sul talento e le lauree, il mondo è pieno di persone povere con grandi talenti. L’educazione finanziaria, gli investimenti, i debiti, il rischio, la contabilità, gli interessi composti, le azioni e molte altre cose – questi sono i fattori principali che creano una distanza tra i poveri e i ricchi.

Purtroppo il nostro sistema educativo non è fatto per creare alfabetizzazione finanziaria. Il modo in cui gli studenti usano le carte di credito oggi sono un chiaro indicatore di come lasciar fuori le nozioni di investimento, risparmio, debito e interessi dai curricula scolastici stia peggiorando il mindset della nostra società.

La mancanza di educazione finanziaria è un problema delle generazioni più giovani quanto di quelle più anziane, le decisioni economiche vengono prese da entrambe le parti. La società non ci ha preparato per prendere queste decisioni: tocca a noi studiare.

Puoi iniziare a lavorare sulla tua consapevolezza finanziaria in qualsiasi momento, ma prima cominci meglio è. Investi su te stessa: è la cosa più importante.

Inizia investendo sul tuo cervello. Partecipa a corsi di educazione finanziaria, leggi più libri che puoi.

In quanto esseri umani impariamo molto dagli esempi, quindi è davvero importante trovare un mentore. Trova qualcuno che abbia già ottenuto quello che vorresti avere e chiedigli se può insegnartelo.

Non hai bisogno di lasciare il lavoro mentre ti dedichi alla tua educazione finanziaria, anzi puoi trarre vantaggio dal tuo lavoro acquisendo le abilità principali per gestire il tuo business quando arriverà il momento.

Per esempio potresti sconfiggere la tua timidezza lavorando nel settore delle vendite. L’azienda probabilmente ti darebbe la possibilità di fare formazione con venditori esperti e avresti la possibilità di metterti alla prova vendendo a degli sconosciuti.

Se vuoi costruirti un patrimonio devi essere pronta a correre rischi

Hai bisogno di iniziare a fare le cose diversamente se vuoi cambiare la tua situazione economica. Capire come gestire il rischio è il più grande cambiamento che dovrai affrontare. Le persone che hanno successo in ambito finanziario sono persone che sanno assumersi dei rischi. Non hanno paura del rischio ma piuttosto hanno sviluppato l’abilità di gestirlo e trarre il meglio da esso.

Prendersi un rischio è diverso da tenere i soldi sul conto corrente, si tratta di investire in azioni e titoli. Questo è molto più rischioso che risparmiare denaro ma genera più guadagni nel breve periodo.

La verità è che è proprio la predisposizione al rischio a distinguere le persone benestanti. Mentre le persone ricche sono predisposte a correre rischi i poveri e la classe media tendono ad essere prudenti. Si attaccano ai loro posti di lavoro fino all’ultimo respiro perché hanno paura di cosa potrebbe succedere se perdessero lo stipendio.

Quando la paura di perdere supera la voglia di vincere le persone tendono ad essere prudenti invece che investire in qualcosa di grandioso. Dicono cose tipo “non voglio perdere” ma in realtà perdere fa parte del gioco.

Le persone ricche si concentrano sui loro asset, sulle attività, mentre tutti gli altri si concentrano solo sui guadagni.

Non potrai mai vincere senza perdere qualche volta. Il fatto che tu abbia perso non significa che hai fallito. Significa che hai incontrato una situazione da cui puoi imparare e crescere. Se vuoi costruire la tua ricchezza devi ambire a molto di più che a prenderti dei rischi. La preoccupazione economica è tipica delle persone che lavorano per qualcun’altro.

La strada per costruire un patrimonio è lunga e impervia, impara come rimanere motivato e concentrati sull’obiettivo finale

La costruzione del benessere economico è un processo lungo e faticoso: è facile perdere motivazione quando incontri un ostacolo. Per esempio il prezzo delle azioni che hai comprato potrebbe calare improvvisamente. Devi rimanere concentrata e motivata durante i periodi più duri.

Un modo per tenere alta la motivazione è creare una lista di “voglio” e “non voglio” da tenere come riferimento. La tua lista può contenere cose come “voglio estinguere tutti i miei debiti entro 3 anni” e anche “non voglio fare la stessa fine dei miei genitori”. Questa lista ti aiuterà a restare concentrata nelle avversità.

Investire i soldi su te stessa invece che per comprare cose ti aiuterà a rimanere motivata. Può sembrare controintuitivo, ma avrai un’idea precisa di quanti soldi ti servono ogni mese per raggiungere i tuoi obiettivi.

Non vederla come un’opportunità di smettere di pagare le bollette o darti alla pazza gioia con la carta di credito: pagare te stessa prima di tutto il resto creerà una pressione positiva che ti spingerà a trovare nuovi modi di fare più soldi.

Ti aiuterà anche a sviluppare una disciplina nello spendere i soldi – qualità molto diffusa tra le persone di successo.

Puoi rimanere motivata anche leggendo le biografie di persone di sucesso quali Warren Buffet, Bill Gates o Mark Zuckerberg. La storia di come hanno superato le sfide e le avversità ti sarà di grande ispirazione.

Impara la differenza tra le attività (asset) e le passività

Un asset è qualcosa che genera dei guadagni per te. Una passività è qualcosa che ti costa soldi. La tua casa non è un asset: devi pagare il mutuo e le tasse senza avere nessun guadagno in cambio.

Attività vs Passività

  • Quello che distingue le persone ricche dai poveri e la classe media è che le persone ricche comprano asset.
  • Un asset è qualcosa che genera soldi per te, mentre una passività è qualcosa che ti costa soldi.
  • Un asset può essere fatto di azioni, fondi di investimento, aziende e qualunque altra cosa generi un guadagno percepibile nel tempo e costante.
  • Investire in asset fa in modo che i tuoi soldi lavorino per te, creandoti una rendita.
  • Gli asset generano più soldi per te, e una volta che avrai abbastanza asset per coprire le tue spese potrai investire i guadagni di nuovo in altri asset per avere ancora più soldi dagli interessi composti.

Sfortunatamente molte persone considerano le passività un asset. La prima casa, ad esempio, è considerata un asset da alcune persone quando in realtà è una delle più grandi passività che puoi avere.

Lo sapevi? È la mancanza di autocontrollo che fa in modo che la maggior parte delle persone che vincono alla lotteria finiscono al verde dopo poco tempo. È la mancanza di autocontrollo che fa sì che le persone che ricevono un aumento corrano subito a comprare una nuova auto o una bella vacanza.

La tua professione non è così importante per creare ricchezza

Una professione non è la stessa cosa di un business, di un’impresa. La tua professione è qualunque cosa tu faccia come lavoro per pagarti i conti e le spese e generalmente copre le tue necessità economiche quotidiane. Un business d’altra parte è dove investi i tuoi soldi e il tuo tempo per creare una rendita.

È praticamente impossibile creare un patrimonio solo con la tua professione finché basta a malapena a coprire le spese vive. Per creare ricchezza devi costruire un business mentre svolgi il tuo lavoro.

La professione di una cuoca è cucinare. Paga le bollette ma difficilmente la renderà ricca sul lungo periodo. Ha deciso di investire nel mercato immobiliare – e di investire qualunque guadagno extra le arrivi ogni mese in asset che possano generare una rendita. Allo stesso modo un meccanico investe i suoi risparmi nel mercato azionario.

Questi due esempi mostrano che le professioni provvedono a pagare le spese mensili. Ma impegnando tutti i guadagni extra in un business queste persone stanno facendo crescere i propri investimenti e di conseguenza il proprio patrimonio.

Il tuo lavoro finanzierà il tuo business all’inizio, non lasciare il tuo lavoro finché non sei sicura che il tuo business abbia una crescita solida. A questo punto saranno gli asset e non la tua professione la principale fonte di guadagno – e questa si chiama indipendenza finanziaria.

Conoscere il tuo sistema fiscale è fondamentale. Le persone ricche conoscono a fondo e in prima persona la legislazione fiscale e la gestiscono in maniera profondamente diversa dalle persone povere e della classe media. Le persone benestanti costruiscono le aziende attorno agli asset e così facendo possono assumere dei consulenti fiscali che li aiutino ad ottimizzare le spese e a proteggersi dagli illeciti.

Un dipendente guadagna, paga le tasse e deve vivere con quello che rimane in busta paga. Un’azienda guadagna, poi spende tutto quello che può e viene tassata su quello che rimane. Questa semplice strategia è una delle principali (e legali) scappatoie dalle tasse che usano i ricchi. Questa è la differenza tra le aziende e i dipendenti.

Anche tu puoi imparare a ridurre le tue tasse. Si tratta di imparare come funziona il sistema e trovare il modo di ridurre al minimo il tuo carico fiscale nel rispetto delle leggi.

Lo sapevi? Investire nell’imparare come i soldi fanno guadagnare soldi utilizza la parte creativa (destra) del cervello.

Come superare gli ostacoli che possono portarti alla rovina nonostante la tua educazione finanziaria

Una volta che una persona ha studiato ed è diventata esperta nella gestione del denaro può comunque incontrare degli ostacoli sulla via dell’indipendenza finanziaria. Ci sono cinque motivi principali per cui anche le persone più alfabetizzate economicamente potrebbero non riuscire a sviluppare dei solidi pilastri di asset. I motivi sono: la paura, il cinismo, la pigrizia, le cattive abitudini e l’arroganza.

Paura

La prima differenza tra una persona ricca e una persona povera è come gestiscono la paura. L’autore di questo libro spiega che non ha mai incontrato una persona benestante che non avesse perso dei soldi, ma ha incontrato molti poveri che non hanno mai sprecato un centesimo.

La lezione è chiara: diventare ricchi significa imparare a gestire la paura dei rischi. Tutti hanno paura di perdere soldi ma non è la paura il problema, è come gestisci la paura che fa la differenza.

I vincenti sono ispirati dai fallimenti mentre i perdenti ne sono sconfitti. I vincenti non hanno paura delle perdite. I vincenti sanno che le perdite li motiveranno e ispireranno a lavorare sodo per recuperare. I perdenti invece non ci proveranno neanche perché non sono in grado di affrontare un fallimento.

I fallimenti ispirano i vincenti e sconfiggono i perdenti. Questo è il più grande segreto, il segreto che i perdenti non sanno.

Molte persone sono preoccupate dalla loro situazione economica perché giocano per non perdere invece che giocare per vincere.

Cinismo

I dubbi e le insicurezze delle persone le fanno restare povere. Tecnicamente uscire dalla ruota del criceto è veramente facile ma i dubbi paralizzano queste persone. Invece di analizzare chi ha successo i cinici preferiscono criticarlo. Le critiche li rendono ciechi alle nuove opportunità.

Pigrizia

È controintuitivo, ma tenersi occupati è la più comune forma di pigrizia. Essere sempre impegnati è un modo che usano le persone per evitare di affrontare quello che non vogliono affrontare. In fondo la maggior parte di loro sa che sta solo cercando di evitare qualcosa, ecco perché si arrabbiano se qualcuno glielo ricorda. Sono troppo occupate per preoccuparsi della loro richezza. Troppo occupati per provvedere alla propria salute e anche alla propria famiglia.

Cattive abitudini

L’educazione non è l’unico fattore che può determinare il successo. Esso è fatto anche di precise abitudini. Le persone ricche lavorano costantemente alla propria crescita personale. Investono su se stesse per prime, costruiscono abitudini che le portano più vicine ai loro obiettivi. Fanno in modo di leggere ogni giorno, fanno qualcosa per la propria salute ogni giorno. Dedicano il tempo alle cose più importanti.

Arroganza

Le persone arroganti spesso perdono soldi perché pensano che ciè che non conoscono non sia importante. L’arroganza è spesso solo una maschera dell’ignoranza. Se vuoi avere successo l’umiltà deve diventare una tua priorità. Se sei abbastanza umile puoi imparare qualcosa da ogni persona che incontri.

Conclusioni

Le parole “non me lo posso permettere” spengono il tuo cervello. “Come potrei permettermelo” invece apre a nuove possibiltà, emozioni e sogni.

I soldi vanno e vengono, ma se hai una buona formazione su come funzionano i soldi puoi ottenere potere su di essi e iniziare a costruirti un patrimonio personale.

Il nostro sistema educativo non è fatto per educare le persone finanziariamente, quindi dipende interamente da te fare in modo di crescere e imparare. Costruire la tua ricchezza diventerà più facile e raggiungibile se impari a pensare come le persone ricche e capisci in che modo lavora il mondo della finanza.

Non esitare mai ad investire nello sviluppo delle tue conoscenze. Il principale asset che abbiamo è proprio la nostra intelligenza, se è ben allenata può creare moltissima ricchezza in un batter d’occhio.

Devi sapere la differenza tra attività (asset) e passività, e comprare asset. Tieni basse le spese e riduci le passività costruendo diligentemente la base per un solido asset. Il vero lusso è la ricompensa per aver investito e aver sviluppato un solido asset. I ricchi si concentrano sulle loro rendite mentre tutti gli altri si concentrano sui guadagni. Inizia a pensare come un ricco e concentrati sulle rendite.

Tieni a mente che il mercato immobiliare è sempre un ottimo strumento per chiunque cerchi l’indipendenza finanziaria – se hai l’opportunità di fare investimenti immobiliari approfittane!

Esercizio pratico

Trova il modo di connetterti con persone di successo e impara il più possibile da loro. Vai a prendere un caffé con il tuo capo o con il tuo amico di facebook più di successo.