Categorie
Riassun-tyni

Miracle morning: trasforma la tua vita un mattino alla volta

Puoi cambiare qualsiasi aspetto della tua vita, devi solo svegliarti prima delle 8.

continua a leggere

Puoi cambiare qualsiasi aspetto della tua vita, devi solo svegliarti prima delle 8.

Pensa se tu potessi alzarti domattina e scoprire che ogni aspetto della tua vita è miracolosamente cambiato. Il libro Miracle Morning di Hal Elrod ti svela come ottenere quello che vuoi in ogni ambito impiegando solo 6 minuti al giorno. Questo è probabilmente il metodo più semplice per trasformare la tua vita in quella che hai sempre desiderato vivere.

La tua vita cambia il giorno in cui decidi che non ti accontenterai più di essere mediocre.

Hal Elrod

Leggi questo riassunto per migliorare:

  • produttività
  • concentrazione
  • pianificazione
  • successo

Ti piacciono i riassun-tiny? Non perderne neanche uno:

Introduzione

Immagina di svegliarti domattina e scoprire che come per miracolo ogni cosa nella tua vita è cambiata. Cosa ci sarebbe di diverso? Saresti più felice, più in salute? Avresti più successo? Una forma fisica migliore? Meno stress e più energia? Più soldi? Più amore? Quale dei tuoi problemi vorresti veder risolto?

E se ti dicessi che c’è una tecnica, non così ovvia, che può trasformare letteralmente ogni aspetto della tua vita, più veloce di quanto tu creda possibile? Che ti impegnerebbe solo 6 minuti al giorno?

Oggi centinaia di persone nel mondo applicano il metodo “miracle morning”, probabilmente il più semplice mai concepito. Continua a leggere il riassunto del libro per scoprire come funziona.

Elevati dalla mediocrità e raggiungi il 5% migliore

La sfida più grande nella vita degli uomini è superare le obiezioni e le scuse, fare ciò che è giusto, dare il meglio di sé e creare la vita 10 e lode che vogliamo davvero – quella senza limiti, che solo poche persone riescono ad ottenere.

Sfortunatamente la maggior parte delle persone non ci va neanche vicino. Il 95% circa della nostra società si accontenta di meno di quello che vorrebbe nella vita, desiderando di avere di più, vivendo nei rimpianti e non capendo che potrebbero essere, fare e avere tutto quello che vogliono.

Secondo le statistiche della Social Security Administration se prendi 100 persone all’inizio della loro carriera lavorativa e li monitori per i successivi 40 fino alla pensione scoprirai che: 1 vivrà nel benessere, 4 saranno finanziariamente stabili, 5 continueranno a lavorare, non perché vogliano ma perché non possono permettersi di smettere, 36 saranno già morti, 54 saranno sul lastrico e dipenderanno da familiari, amici o dal governo.

Dal punto di vista strettamente finanziario solo il 5% avrà successo e sarà libera mentre il 95% continuerà a faticare per tuta la vita. Quindi la domanda cruciale – quella a cui dobbiamo trovare una risposta ora – è questa: cosa possiamo fare per essere sicure di non finire nel 95%? Ecco tre passi fondamentali per uscire dalla mediocrità:

1. confrontarsi con la realtà e ammettere che il 95% esiste

Prima di tutto dobbiamo comprendere e ammettere che il 95% delle persone nella nostra società non avrà mai la vita che vuole. Dobbiamo accettare il fatto che se non ci impegniamo a vivere e pensare diversamente dalla maggior parte delle persone ci stiamo rassegnando a vivere una vita di mediocrità, fatica, fallimento e rimpianti – come la maggior parte delle persone. Devi capire che questo include i tuoi amici e la tua famiglia, se non farai niente per essere l’esempio di come sia possibile impegnarsi per raggiungere il proprio massimo potenziale.

2. identificare le cause della mediocrità

Ora che abbiamo ammesso che il 95% della nostra società si sta accontentando di molto meno di quello di cui sarebbero capaci, tirando avanti a fatica in quasi ogni ambito senza raggiungere il successo, la felicità e la libertà che vorrebbero davvero, il passo successivo è capire perché. Per evitare che succeda anche a te, devi capire perché la persona media finisce sempre per vivere una vita mediocre.

Se tu chiedessi ad una persona media – 40-45 anni, che si accontenta di quello che ha, che fa fatica ad essere felice e a pagare le bollette etc – se tu gli chiedessi qual era il suo piano, la sua visione della vita, cosa pensi che ti direbbe? Pensi che ti direbbe che si aspettava una vita di stenti? Ovviamente no! E questo, amica mia, è la parte spaventosa.

Se il 95% delle persone non sta vivendo la vita che vorrebbe, dobbiamo capire dove hanno sbagliato o cosa non hanno fatto, per evitare di percorrere la stessa strada.

Una delle cause della mediocrità più paralizzanti è la condizione che l’autore chiama “sindrome dello specchietto retrovisore”. La nostra mente inconscia possiede un piccolo specchietto retrovisore con cui riviviamo e ricreiamo il passato, in continuazione. Ci convinciamo, erroneamente, che quello che siamo state è quello che siamo ancora, limitando il nostro potenziale presente sulla base di come eravamo limitate in passato.

Il risultato è che quando dobbiamo compiere una scelta – che va da a che ora puntare la sveglia fino a quali obiettivi possiamo raggiungere nella vita – filtriamo tutto attraverso i limiti con cui ci siamo scontrate in passato. Vorremmo avere una vita migliore ma è come se non riuscissimo a vedere nulla di diverso da come è sempre stata.

Mancanza di scopo

Se chiedi ad una persona media quale sia lo scopo della sua vita, riceverai uno sguardo divertito e una risposta tipo “Boh, non lo so”. E se io lo chiedessi a te? Cosa mi diresti? La persona media non può spiegare il proprio scopo nella vita – il perché che ti spinge a svegliarti ogni mattina e fare tutto quello che serve per raggiungerlo.

Piuttosto, la persona media prende la vita un giorno alla volta e non ha uno scopo particolare oltre alla sopravvivenza. La maggior parte delle persone si concentrano su come arrivare alla fine della giornata, seguendo la strada più comoda, raggiungendo obiettivi a breve termine e piccoli piaceri della vita, evitando ad ogni costo qualsiasi scomodità o dolore che possa farli crescere.

Isolare gli eventi

Uno dei principali e non così ovvi motivi della mediocrità è considerare ogni evento come singolo e isolato. Quando facciamo così, assumiamo erroneamente che ogni nostra azione avrà conseguenze solo nel momento particolare e in quelle specifiche circostanze. Ad esempio, potresti pensare che non sia così grave saltare un allenamento, rimandare un progetto o mangiare d’asporto perché potrai comunque ricominciare da capo domani. Fai un grosso errore se pensi che saltare quell’allenamento avrà conseguenze solo su quel giorno, e che prenderai decisioni migliori la prossima volta. Niente potrebbe essere più lontano dalla verità.

Dobbiamo capire che l’impatto reale e le conseguenze di ciascuna scelta ed azione – e addirittura dei nostri pensieri – è enorme. Ogni singolo pensiero, scelta ed azione determina chi stiamo diventando e in ultima analisi la qualità della nostra vita.

Mancanza di responsabilità

Non si può negare la connessione tra avere successo ed essere affidabili. Virtualmente ogni persona di grande successo – dai CEO agli atleti professionisti – raggiunge un alto grado di responsabilità. È ciò che permette loro di far leva per agire e raggiungere i risultati anche quando non se la sentono.

Affidabilità significa essere responsabili nei confronti di qualcun’altro per delle azioni o dei risultati. Accade molto poco nel mondo, che non derivi da qualche forma di responsabilità. Più o meno tutto quello che hai ottenuto dalla nascita ai 18 anni è stato grazie alla responsabilità che si sono assunti gli adulti nella tua vita (genitori, insegnanti, capi etc). Abbiamo mangiato verdure, finito compiti, lavato i denti e siamo andate a letto ad un’ora decente. Se non fosse stato per le persone che si sono prese la responsabilità saremmo state ignoranti, malnutrite e sporche. Un interessante punto di vista, vero?

Il circolo della mediocrità

Le ricerche mostrano che diventiamo come la media delle 5 persone con cui trascorriamo più tempo. Con chi scegli di passare il tuo tempo può essere uno dei fattori più determinanti della persona che sei e della qualità della tua vita. Se sei circondato da persone pigre, deboli e piene di scuse diventerai come loro. Passa il tempo con persone di successo ed inevitabilmente le loro abitudini si rifletteranno su di te e diventerai più simile a loro.

Mancanza di crescita personale

Il tuo livello di successo difficilmente supererà il tuo livello di crescita personale perché il successo è qualcosa che attiriamo diventando quello che siamo. In altre parole, il tuo livello di successo – in ogni ambito della tua vita – raramente supererà quello che tu sai, sai fare, credi etc.

3. tira una riga

Il terzo e ultimo passo è decidere che da oggi in poi inizierai a comportarti diversamente. Non domani, non la settimana prossima o il mese prossimo. Devi decidere oggi che sei pronta a fare i cambiamenti necessari per raggiungere quello che davvero vuoi nella vita.

Per portare il tuo successo personale e professionale a un livello che non hai mai raggiunto prima, devi impegnarti ad un livello in cui non ti sei mai impegnata prima. Sei pronta a prendere questo impegno?

La tua vita cambia il giorno in cui decidi che non ti accontenterai più di essere mediocre. Il giorno in cui capisci che oggi è il giorno più importante della tua vita. Quando capisci che è oggi che le tue azioni e le tue decisioni determinano chi sarai per il resto della tua vita.

Se rimandi, perdi: la verità del risveglio

Perché ti sei presa la briga di alzarti stamattina? Pensaci per un momento… perché ti alzi al mattino? Perché abbandonare il caldo abbraccio del piumone? È perché lo vuoi tu? O rimandi finché non sei praticamente obbligata a farlo?

Se sei come la maggior parte delle persone, è la tua sveglia a buttarti giù dal letto perché devi andare da qualche parte, fare qualcosa, rispondere od occuparti di qualcuno. Se avesse scelta (tu hai scelta?) la maggior parte delle persone continuerebbe a dormire.

Quindi, naturalmente, ci ribelliamo. Rimandiamo la sveglia e opponiamo resistenza, senza accorgerci che la nostra resistenza è ammettere che preferiremmo stare a letto che creare la vita che vogliamo.

C’è un detto inglese “you snooze, you lose” – se rimandi (la sveglia) perdi. Quando rimandi finché non sei proprio obbligata – e rimani a letto fino all’ultimo secondo – quello che stai facendo è opporre resistenza alla tua vita. Tutte le volte che premi rimanda stai opponendo resistenza alla giornata, alla tua vita ed alzarti e creare la vita che dici di volere. Pensa a che razza di energia negativa ti circonda quando inizi la tua giornata opponendoti. Quando la tua risposta al suono della sveglia è “oh no, è già ora. Devo alzarmi. Non voglio alzarmi.” È come se tu stessi dicendo “non voglio vivere la mia vita”.

Come alzare il tuo Livello di Motivazione ad Alzarti? L’esperienza più comune è che quando suona la sveglia siamo in un sonno profondo. Uscire dal letto è davvero l’ultima cosa che potremmo volere. Se dovessimo dare un voto al Livello di Motivazione ad Alzarti, da 1 a 10 dove 10 è “sono pronta ad alzarmi e a vivere la mia vita” e 1 “l’unica cosa che voglio è tornare a dormire” la maggior parte di noi direbbe 1 o 2. È assolutamente naturale, mentre sei ancora mezza addormentata, voler rimandare la sveglia e continuare a dormire.

Ecco quindi 5 metodi a prova di snooze per aiutarti ad alzarti al mattino – anche al mattino presto – senza fatica.

1. Decidi i tuoi propositi prima di andare a dormire

Il primo segreto per alzarsi è di ricordare che il primo pensiero che hai al mattino è spesso l’ultimo che hai avuto prima di andare a dormire. Ad esempio ci sono notti in cui non riusciamo a prendere sonno per l’agitazione per quello che succederà la mattina dopo. Che sia la notte di Natale, il primo giorno di scuola, iniziare un nuovo lavoro o partire per una vacanza – appena suona la sveglia ti alzi pieno di entusiasmo per fare quello che aspettavi. Quindi basta solo decidere consapevolmente ogni sera di creare un’aspettativa positiva su quello che succederà la mattina dopo.

2. Sposta la sveglia lontano dal letto

Se non l’hai ancora fatto, sposta la tua sveglia dall’altra parte della stanza. Sarai obbligata ad alzarti dal letto e muovere il tuo corpo. Il movimento crea energia, quindi alzarsi ed uscire dal letto può aiutarti naturalmente a svegliarti del tutto.

3. Lavati i denti

I primi minuti dopo esserti alzata fai solo azioni semplici e dai al tuo corpo il tempo di svegliarsi del tutto. Quindi dopo aver spento la sveglia vai direttamente in bagno a lavarti la faccia e i denti. Questa semplice sequenza aiumenterà il tuo Livello di Motivazione ad Alzarti fino a 3 o 4. Ora che ti sei rinfrescata è il momento di…

4. Bevi un bicchiere d’acqua

È davvero importante reidratarsi ogni mattina. Dopo 6-8 ore senz’acqua il tuo corpo è mediamente disidratato, e la disidratazione porta un senso di fatica. Spesso le persone pensano di essere stanche, in alcuni momenti della giornata, quando in realtà hanno solo bisogno di bere, non di dormire.

5. Indossa i tuoi vestiti da palestra

Per ultimo, ma non meno importante, mettiti i tuoi vestiti sportivi così puoi uscire dalla stanza e iniziare con la tua “Miracle Morning”. Alcuni preferiscono iniziare la giornata con una bella doccia, ma io penso che sia meglio guadagnarsela con un po’ di sudore! Fare esercizio al mattino è fondamentale per massimizzare il nostro potenziale perché ti porta subito al picco delle tue capacità mentali, fisiche ed emotive, pronto per guadagnarti la giornata.

I 6 salvavita

Per raggiungere sempre più spesso il tuo livello 10 di Motivazione ad Alzarti – ed evitare una vita di rimpianti, potenziale sprecato e mediocrità – devi fare in modo che la tua crescita personale sia la tua priorità. Scopri i 6 Salvavita del metodo “Miracle Morning” – sei semplici pratiche che ti cambieranno la vita e ti permetteranno di sviluppare le tue capacità fisiche, intellettuali, emotive e spirituali per diventare chi hai bisogno di essere per creare la vita che vuoi.

S come silenzio

Puoi imparare di più da un’ora di silenzio che da un anno di libri.

Matthew Kelly

Nella pratica del silenzio, l’anima trova la sua strada. Per molte di noi le parole migliori per descrivere la mattina sono di corsa, stressante, caotica. Per altre magari lenta, pigra, letargica. Quali di questi due scenari descrive meglio le tue mattine?

Per chi rientra nel primo gruppo la mattina significa correre in giro cercando di preparare tutto quello che serve per la giornata, con la mente affollata di pensieri su quello che deve essere fatto, dove bisogna andare, chi bisogna incontrare e cosa ci stiamo dimenticando di fare – anzi siamo già in ritardo.

Il silenzio è uno dei modi migliori di ridurre lo stress immediatamente, mentre aumentiamo la nostra autoconsapevolezza e raggiungiamo la chiarezza che ci permette di mantenere la concentrazione sui nostri obiettivi, priorità e su cosa conta di più nella vita, ogni giorno.

Queste sono alcune delle attività preferite dell’autore, da praticare in silenzio, in nessun ordine particolare:

  • meditazione
  • preghiera
  • riflessione
  • respirazione profonda
  • gratitudine

A come Affermazioni

“Io sono il migliore!” Muhammed Ali si ripete queste parole continuamente, e alla fine lo è davvero. Le affermazioni sono uno degli strumenti più efficaci per diventare velocemente la persona che hai bisogno di essere per raggiungere quello che vuoi nella vita. Le affermazioni ti permettono di progettare e sviluppare il mindset (pensieri, convinzioni e obiettivi) di cui hai davvero bisogno per portare ogni ambito della tua vita al prossimo livello.

Che tu te ne renda conto o meno, parlare con se stessi non è una cosa che fanno solo i pazzi. Ognuno di noi ha un dialogo interno, quasi ininterrotto. La maggior parte avviene inconsciamente, nel senso che non decidiamo coscientemente di iniziare a parlarci. Invece permettiamo alle nostre esperienze passate – buone e cattive – di rivivere continuamente. Non è solo normale, ma è anche uno dei processi fondamentali che dobbiamo imparare a controllare. Molte poche persone si prendono la responsabilità di scegliere pensieri propositivi, che aggiungono valore alla propria vita.

Sarai un fallito, finché non imprimerai nel tuo subconscio la convinzione di essere un successo. Questo si può fare con un’affermazione che risuona.

Florence Scovel Shinn

Ecco le istruzioni per creare la tua prima affermazione:

1. Scrivi quello che vuoi davvero

Lo scopo di un’affermazione scritta è di programmare la tua mente con credenze, attitudini e comportamenti che ti permettano di essere in grado di attrarre, creare e mantenere il tuo livello di successo ideale – in tutti gli ambiti della vita. Per questo, la tua affermazione deve prima di tutto esprimere chiaramente quello che vuoi ottenere – quale sarebbe il tuo ideale – in ogni ambito. Puoi anche organizzare le affermazioni per argomenti, concentrandoti su quelli che hai maggiormente bisogno di migliorare. Per esempio: Salute/Esercizio, Mindset, Emozioni, Soldi, Relazioni, Spiritualità etc. Inizia utilizzando la scrittura proprio per fare chiarezza sulla tua visione.

2. Perché lo vuoi?

Tutti vogliono essere felici, in salute e di successo, ma raramente basta volere una cosa per ottenerla. Chi riesce a superare le tentazioni della mediocrità e raggiungere tutto quello che vuole nella vita di solito ha una forte motivazione come guida e sprone.

Queste persone hanno definito uno scopo per la loro vita che è più forte della somma di tutti i problemi e gli ostacoli che inevitabilmente si presentano ogni giorno, e si svegliano ogni mattina proponendosi di raggiungerlo.

3. Chi ti impegni ad essere per ottenerlo

La tua vita migliorerà solo quando tu sarai migliore. Il mondo intorno a te migliorerà solo dopo che avrai investito molte ore per migliorare te stessa.

Essere chi hai bisogno di essere e fare quello che hai bisogno di fare sono prerequisiti per ottenere quello che vuoi. Rifletti su chi hai bisogno di essere, su chi ti impegnerai ad essere da ora in poi, per poter finalmente portare la tua vita, il tuo lavoro, la tua salute o il tuo matrimonio ad un altro livello.

V per Visualizzazioni

Le visualizzazioni, anche note come visualizzazioni mentali o creative, sono una pratica che permette di generare dei risultati positivi nella realtà usando l’immaginazione. La tecnica consiste nel visualizzare specifici comportamenti o situazioni che vogliamo ottenere nella nostra vita. È molto usata dagli atleti per migliorare la performance: basta immaginare esattamente quello che si vuole ottenere e ripassare mentalmente ciò che dobbiamo fare per arrivarci.

Le persone ordinarie credono solo nel possibile. Le persone straordinarie non visualizzano ciò che è possibile o probabile, piuttosto quello che è impossibile. E visualizzando l’impossibile, iniziano a capire che è possibile.

Cherie Carter-Scott

Ecco le istruzioni per creare la tua prima visualizzazione:

1. Preparati

Alcune persone amano avere della musica strumentale come sottofondo per le proprie visualizzazioni – in particolare musica classica (prova con Bach). In ogni caso non tenere un volume troppo alto.

Siediti in una posizione comoda, dove puoi tenere la schiena ben dritta – su una sedia o anche sul pavimento.

Respira profondamente.

Chiudi gli occhi, libera la mente e sei pronta per visualizzare.

2. Visualizza ciò che vuoi davvero

Visualizza i tuoi obiettivi più grandi, i tuoi desideri più profondi e soprattutto quel risultato che sai che ti cambierebbe completamente la vita se riuscissi ad ottenerlo. Guarda, senti, ascolta, tocca, assaggia ogni dettaglio della tua visione. Cerca di coinvolgere tutti i tuoi sensi. Più è vivida l’immagine, più sarai motivata a fare quello che serve per renderla vera.

3. Visualizza chi hai bisogno di essere e cosa hai bisogno di fare

Adesso che hai un’immagine mentale chiara di quello che vuoi, inizia a visualizzare te stessa mentre vivi completamente allineata a ciò che hai bisogno di essere per raggiungere la tua visione. Guardati mentre compi azioni positive ogni giorno: mentre ti alleni, studi, lavori, scrivi… – e fai in modo di vedere quanto ti piace farlo.

E è per Esercizio

L’allenamento mattutino dovrebbe essere un punto fermo nella tua routine quotidiana. Quando ti alleni, anche solo per pochi minuti ogni mattino, la tua energia aumenta in modo significativo, la tua salute migliora e anche l’autostima e il benessere emotivo ne traggono giovamento – permettendoti di pensare meglio e concentrarti più a lungo.

Lo yoga è una disciplina che lavora su diversi aspetti della vita: fisico, mentale, emotivo e spirituale. La cosa più importante da sapere è che lo yoga può essere praticato in molti modi. Che sia stare seduti in meditazione, respirando per aumentare la capacità polmonare o allungare il tuo corpo per aprire il tuo cuore questa pratica può aiutarti in ogni aspetto della tua vita. Il segreto è capire quali tecniche praticare quando hai bisogno di un rimedio specifico e usarle per ritornare velocemente in equilibrio.

Una pratica yoga ben strutturata può migliorare la tua vita in molti modi. Può guarire quello che adesso non è in armonia e può smuovere le energie bloccate nel tuo corpo, aiutandoti a raggiungere movimenti più fluidi e una migliore circolazione. Ascolta il tuo corpo e prova qualche sequenza che ti fa sentire a tuo agio.

Sai già che per mantenere una buona salute e aumentare l’energia devi allenarti costantemente – questa non è una novità per nessuno. Ma è troppo facile trovare scuse per non allenarsi. Le due principali sono “non ho tempo” e “sono troppo stanca”, ma non c’è limite alle scuse che puoi inventarti. Anzi, più sei creativa più ne troverai, giusto?

Il vantaggio di inserire l’allenamento nella tua Miracle Morning è che ti allenerai prima di iniziare la tua giornata, prima di essere troppo stanca e prima di avere il tempo di inventarti delle nuove scuse per evitare di farlo.

L è per Leggere

Leggere è il quinto salvavita ed è la corsia preferenziale per trasformare ogni ambito della tua vita. È uno dei metodi più immediati di acquisire la conoscenza, le idee e le strategie di cui avrai bisogno per raggiungere un successo Livello 10 nella vita.

Impara dagli esperti – da chi ha già fatto quello che vorresti fare tu. Non c’è bisogno di partire da zero. Il modo più veloce di ottenere quello che vuoi è imitare le persone che lo hanno già. Sono stati scritti un’infinità di libri su praticamente qualunque argomento – non ci sono limiti alla conoscenza che puoi ottenere leggendo.

Qualsiasi cosa vuoi nella vita, ti assicuro che ci sono moltissimi libri su come ottenerla.

Vuoi diventare ricca, milionaria? È pieno di libri scritti da persone che hanno ottenuto grandissimi successi finanziari e che sono disposti a spiegarti come. Ecco alcuni dei preferiti dell’autore:

Vuoi vivere una relazione piena di amore, supporto e romanticismo? Ci sono probabilmente più libri su questo di quanti tu possa leggerne in dieci anni. Ecco alcuni dei preferiti di Hal Elrod:

Quanto dovresti leggere?

L’autore raccomanda di prendersi l’impegno di leggere almeno 10 pagine al giorno (anche se va bene anche 5 se leggi lentamente o non ti piace ancora leggere). Facciamo due conti: leggere dieci pagine al giorno non ti sfinirà di certo, ma ti aiuterà tantissimo. Stiamo parlando di 10-15 minuti di lettura, 30 se leggi lentamente.

Vedila così. Leggere solo 10 pagine al giorno significa 3650 pagine l’anno, approssimativamente 18 libri di crescita personale! Ora ti chiedo: se leggerai 18 libri di crescita personale nei prossimi 12 mesi, pensi che sarai più competente, capace e sicura di te? Sicuramente.

S è per Scrivere

Scrivere è l’ultimo dei “Salvavita”. La forma di scrittura preferita dall’autore sono i diari, o journaling, a cui dedica 5-10 minuti della sua Miracle Morning.

Tirare fuori i pensieri e metterli su carta ti permette di avere intuizioni e trovare soluzioni che non avresti mai visto in altro modo. Scrivere ti permette di tenere traccia dei tuoi pensieri e delle tue idee, dei successi e delle lezioni che hai appreso – così come delle opportunità di crescita e di miglioramento.

Scrivere un diario, ogni giorno, con un processo strutturato e strategico che adesso ti spiegherò ti permetterà di concentrarti su quello che hai ottenuto, su ciò per cui sei grata e su cosa ti stai impegnando a migliorare domani. Inoltre apprezzerai di più il tuo percorso, sentendoti bene ad ogni progresso e mantenendo la chiarezza necessaria a velocizzare i risultati.

Ecco tre semplici istruzioni per iniziare a scrivere un diario o, se già lo fai, migliorare il tuo processo di scrittura:

1. Scegli un formato: su carta o digitale

Prima di tutto devi decidere se vuoi un diario tradizionale, su carta, oppure se vuoi scrivere un diario digitale con il tuo computer o telefono. Entrambi hanno vantaggi e svantaggi ma alla fine conta solo quello che preferisci tu. Ti piace scrivere a mano o preferiresti digitare o dettare i tuoi appunti quotidiani?

2. Compra un diario

Se hai scelto di scrivere su carta, qualsiasi quaderno può andare bene – se pensi di conservarlo a lungo però è meglio prendere qualcosa che sia più durevole e magari bello da vedere. Cerca qualcosa che non solo abbia le linee ma magari anche le date.

Se preferisci un app ce ne sono molte dedicate al journaling, oppure puoi usare delle semplici note o programmi di scrittura per il computer.

3. Scegli cosa scrivere

Il diario ti permette di esplorare tantissime aree della tua vita. Esistono anche molte forme di diario diverse: diario della gratitudine, diario dei sogni, diario alimentare, diario degli allenamenti etc. Puoi scrivere dei tuoi sogni, obiettivi, piani, della tua famiglia, di tutto quello su cui hai bisogno di concentrarti.

Miracle Morning in 6 minuti

I giorni in cui sei super impegnata puoi svolgere la tua Miracle Morning in soli 6 minuti.

Minuto 1

Immagina te stessa svegliarti pacificamente la mattina, sbadigliando e anche stiracchiandoti un po’ e con bel sorriso. Invece di correre fuori dal letto e buttarti nella frenesia della giornata – già stressata e sopraffatta dalle cosa da fare – passa il primo minuto seduta tranquilla in silenzio. Stai semplicemente seduta, molto calma, molto pacifica e respira profondamente e lentamente.

Magari nella tua testa puoi formulare una preghiera di gratitudine per apprezzare il momento o chiedere una guida nel tuo percorso. Magari proverai il tuo primo minuto di meditazione. Mentre siedi in silenzio sei completamente presente, nel momento. La tua mente è calma e il tuo corpo è rilassato e lasci andare tutto lo stress. Senti crescere un profondo senso di pace, di scopo e di direzione…

Minuto 2

Tiri fuori le tue affermazioni quotidiane – quelle che ti ricordano il tuo potenziale illimitato e le tue priorità – e le leggi tutte ad alta voce dall’inizio alla fine. Mentre ti concentri su cosa è importante per te la tua motivazione interna cresce. Rileggere questi promemoria ti renderà più sicura di te. Guardare ciò in cui ti sei impegnata, qual è il tuo scopo e i tuoi obiettivi ti darà l’energia necessaria a compiere le azioni giuste per vivere la vita che davvero vuoi, che davvero ti meriti e ora sai essere possibile.

Minuto 3

Chiudi gli occhi e inizia a visualizzare. La tua visualizzazione dovrebbe includere come sarà e come ti sentirai quando avrai raggiunto i tuoi obiettivi. Visualizza la tua giornata trascorrere perfettamente, guardati mentre apprezzi il lavoro che fai, sorridi e ti diverti con le persone importanti per te e fai tutto quello che ti sei proposta di fare oggi. Guarda come appari, guarda come ti sentirai dopo aver fatto tutto e pregusta la gioia di quello che stai per creare.

Minuto 4

Prendi un minuto per scrivere alcune delle cose di cui sei grata, di cui vai fiera e il risultato che vuoi ottenere e portare a casa oggi. Così facendo otterrai una grande ispirazione e fiducia nelle tue capacità.

Minuto 5

Afferra uno dei tuoi libri di crescita personale e investi uno dei tuoi “minuti miracolosi” per leggere una o due pagine. Puoi imparare una nuova idea, qualcosa da provare subito, che migliorerà i tuoi risultati al lavoro o nelle relazioni. Scoprirai qualcosa che puoi usare per pensare e sentirti meglio – per vivere meglio.

Minuto 6

Come ultima cosa alzati e muovi il tuo corpo per 60 secondi. Puoi correre sul posto, fare degli squat, delle flessioni o degli addominali. Fai qualcosa che faccia aumentare il tuo battito cardiaco, generando energia e alzando il tuo livello di attenzione e concentrazione.

Come pensi che ti sentiresti iniziando così ogni giornata? Come migliorerebbe la qualità della tua vita?

L’autore non suggerisce di limitare sempre a 6 minuti la Miracle Morning, ma solo quando proprio non hai tempo.

Conclusioni

Se sei indecisa o preoccupata di non farcela rilassati, è completamente normale sentirsi così. Questo è vero soprattutto se alzarti al mattino è qualcosa che proprio non ti piace. Ricordati, tutti soffriamo la sindrome dello specchietto retrovisore. Quindi non è solo previsto che tu sia insicura o nervosa, ma è un segno che sei pronta ad impegnarti, altrimenti non saresti in pensiero.

Esercizio pratico

Ecco un veloce recap dei 5 trucchi per non rimandare la sveglia, inizia da questo domattina:

  1. Prendi un impegno con te stessa la sera prima, questa è la cosa più importante!
  2. Sposta la sveglia lontano dal letto: il movimento crea energia!
  3. Lavati i denti.
  4. Bevi un bicchiere d’acqua per reidratarti.
  5. Indossa i tuoi vestiti da palestra e guadagnati la doccia!